Il Parco della Cittadella e i suoi tesori

Gli Arsenali repubblicani e il Museo delle navi sono un eccezionale tesoro storico, artistico ed architettonico risorto magicamente dalla genere, un po’ come il mito dell’araba fenice. Gli edifici, incastonati ai lati del parco urbano della Cittadella, sono la cornice perfetta ad un luogo magico, un’area acquisita pochi anni fa dall’Amministrazione comunale che lentamente sta tornando ai suoi fasti più belli ed importanti.

Il posto ha una sostanziale valenza strategica per il presente ed il futuro della città di Pisa e la riqualificazione dei manufatti sopracitati è il primo significativo passo per la sua definitiva rinascita.

Un’area che si candida, a ragion veduta, a luogo di incontro, di cultura e svago non solo per i residenti. Una superficie di oltre tre ettari perfetta per le gite scolastiche e per ogni famiglia che desideri vivere un’esperienza unica, un po’ diversa ed in totale sicurezza. Un parco dei divertimenti naturale e appassionante.

Gli Arsenali, la Torre della cittadella ed il Museo delle navi romane sono un polo di attrazione di livello mondiale, senza eccesso di presunzione potremmo definirlo il “Parco dei Miracoli”, dove su un fronte di 300 metri si respira 2000 anni di storia e che storia!

Il parco della Cittadella, in posizione occidentale rispetto al centro storico è la porta di accesso ideale alla città, anche la storia ce lo ricorda con la porta Degathia (foto). Il punto di partenza per assaporare tutta la tradizione pisana, un antipasto di cultura e folclore degno del miglior ristorante stellato.

Gli Arsenali repubblicani, la salita sulla Torre guelfa da dove si ammira la città in tutto il suo splendore ed il percorso guidato del museo delle navi non hanno prezzo e generano emozioni indimenticabili. Dopo lo squisito antipasto si prosegue circumnavigando <<i lungarni>>, il menù lascia al commensale una scelta infinita di primi piatti dai sapori freschi e delicati ma anche forti e saporiti. Assaggi che non saziano, anzi lasciano l’acquolina in bocca.

Una giusta pausa è doverosa attendendo che lo Chef serva la specialità della casa, il secondo per eccellenza, la pietanza da ammirare e gustare con ogni senso, Signore e Signori è davanti a voi la <<Piazza dei Miracoli>>. Il punto di arrivo di una fantastica galoppata culinaria in salsa rigorosamente pisana (<<Piazza dei Miracoli, ultima fermata>>).

Ma non è finita, “l’appetito vien mangiando” ed allora lo Chef ha riservato anche il dessert…Perché la Cattedrale, la Torre, il Battistero, il Camposanto e il Museo dell’Opera non hanno saziato la fame di bellezza e cultura, c’è posto anche per l’ultima portata, la torta con la sua ciliegina.

Altre poche centinaia di metri ed eccola servita.

Sono occorsi un paio di giorni ed una notte per gustare questo menù, dinnanzi agli occhi sono passati due millenni di storia e quella antica ha lasciato il posto alla moderna e alla scienza che ha portato ai giorni nostri. <<Il parco dei vecchi macelli>> dove ad aspettare il commensale c’è la Domus Galileiana e il Museo del calcolo…con tutti quegli apparecchi che hanno permesso di creare gli oggetti di cui non possiamo più fare a meno!

Ladies and Gentlman, Mesdames et Messieurs, Signore e Signori…

..il menù è servito.

Pisa la piccola grande Città che ha cambiato il mondo ma che modestamente non lo fa pesare…

Gli ultimi articoli del network

TOKIO 2020

IL MEDAGLIERE ITALIANO Sabato 24 Luglio Vito dell’Aquila – Taekwondo Sabato 24 luglio Luigi Samele – Scherma sciabola ind. Un sincero ringraziamento a tutti Voi, atleti e federazioni

La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto

Ultimo e conclusivo atto di dettagliedintorni alla chiesa di San Silvestro (e San Domenico). Il famoso soffitto ligneo seicentesco con le tele di Aurelio Lomi che raffigurano la Resurrezione, i Quattro Evangelisti, S. Caterina davanti al tiranno, Papa Silvestro che incorona l’imperatore Costantino, i SS. Domenico, Pietro e Paolo, l’Adorazione dei Magi. Un sincero ringraziamentoContinua a leggere “La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto”

Pubblicato da marco monaco

Consulente aziendale per l'organizzazione ed il marketing, Medaglia d'oro Avis - donatore di sangue. La passione per l'osservare, lo scrivere ed il bello gli ha fatto realizzare anche: "Pisa, l'altra faccia della città" racconto fotografico di una città ferita (2009); "Oltretutto", saggio romanzo sui vizi e le virtù della società moderna e post moderna (2013); "Se avessi avuto un'altra testa, non sarei stato Gerry Cavallo", Biografia autorizzata (2016); "Così è la vita", racconti di una vita normale (2020); "Chiedilo ad Eva", romanzo semi-fantascientifico (prossima pubblicazione).

2 pensieri riguardo “Il Parco della Cittadella e i suoi tesori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: