Giacomo Leopardi in quel di Pisa

Ritratto

Giacomo Leopardi nasce a Recanati nelle Marche ed arriva a Pisa il 9 novembre 1827 all’età di 29 anni con il solo desiderio di trascorrere l’inverno in un clima più mite, il 12 dicembre alla sorella Paolina scrive: “Sono rimasto incantato di Pisa per il clima: se dura così, sarà una beatitudine. Ho lasciato a Firenze il freddo di un grado sopra il gelo; qui ho trovato tanto caldo che ho dovuto gettare il ferraiuolo e alleggerirmi di panni. L’aspetto di Pisa mi piace assai più di quel di Firenze. Questo lung’Arno è uno spettacolo così bello, così ampio, così magnifico, così gaio, così ridente, che innamora: non ho veduto niente di simile né a Firenze né a Milano né a Roma … in certe ore del giorno quella contrada è piena di mondo, piena di carrozze e di pedoni; vi si sentono parlare dieci o venti lingue, vi brilla un sole bellissimo tra le dorature dei caffè, delle botteghe piene di galanterie, e nelle invetriate dei palazzi e delle case, tutte di bella architettura. Nel resto poi, Pisa è un misto di città grande e città piccola, di cittadino e di villereccio, un misto così romantico, che non ho mai veduto altrettanto. A tutte le altre bellezze, si aggiunge la bella lingua.”

Passa i suoi primi giorni in un pensione, poi trova dimora in via Della Faggiola dove conosce Teresa Lucignani. Secondo alcuni, Teresa è la musa ispiratrice della celebre lirica “A Silvia”. Nella Città toscana il poeta si rasserena, ritrova la sua vena artistica e ha modo di frequentare l’ambiente aristocratico ed accademico. Viene introdotto nei salotti delle nobildonne pisane, che all’epoca rappresentano il fulcro dell’attività culturale della città.

Il 25 febbraio 1828 alla sorella ancora scrive: “Ho qui in Pisa una certa strada deliziosa che io chiamo via delle Rimembranze: là vo a passeggiare quando voglio sognare a occhi aperti. Vi assicuro che in materia di immaginazione, mi pare di essere tornato al mio buon tempo antico…”

Sulle sponde dei lungarni il Poeta inaugura il cosiddetto periodo dei canti pisano-recanatesi e da vita a lo “Scherzo”, “Il risorgimento” e “A Silvia”.

Il 4 maggio, la notizia della morte del fratello gli spezza il cuore ed il 10 giugno del 1828 Giacomo Leopardi saluta la città che lo ha tanto affascinato. Non tornerà più ma l’amore per la piccola grande città eterna rimarrà indelebile e certificata.

Di seguito il manoscritto digitalizzato dalla Biblioteca Nazionale di Napoli. In alto a sinistra la data: Pisa, 19-20 Aprile 1828 A Silvia

A Silvia (clicca per leggerla)

La poesia di Giacomo Leopardi è consapevolezza e filosofia, profondità e sentimento, la perfetta combinazione per esprimere i moti del cuore. Un’incommensurabile esempio di equilibrio.

Nel 2012 l’Amministrazione comunale ha dedicato al Poeta de “L’infinito” (clicca per rileggere la poesia) anche un Lungarno, Lungarno Giacomo Leopardi (già lungarno Cosimo I dei Medici). Un bellissimo tratto alberato, il primo venendo da nord-ovest e ci auguriamo diventi “il naufragar m’è dolce in questo mare” . Infatti, non tutti sanno che esiste un protocollo tra l’Amministrazione comunale pisana ed il Ministero della Difesa per lo spostamento della Caserma “Bechi Luserna” in un altro luogo. Se ciò avvenisse si realizzerebbe un sogno lungo mille anni, Il parco della Cittadella (ns articolo del 12 gennaio, clicca per rileggerlo) tornerebbe ad essere la prima porta d’ingresso alla città, cambiando radicalmente i flussi turistici e confermando il pensiero e la visione del maggior poeta dell’Ottocento italiano e una delle più importanti figure della letteratura mondiale:

<<Questo lung’Arno è uno spettacolo così bello, così ampio, così magnifico, così gaio, così ridente, che innamora: non ho veduto niente di simile né a Firenze, né a Milano e né a Roma…>>

Giacomo Leopardi

Il 28 gennaio u.s. l’assessore all’urbanistica della città di Pisa, Dott. Dringoli ha dichiarato alla stampa cittadina che il progetto è “morto“, noi non abbiamo perso la speranza e dubitiamo che l’affermazione sia vera, ma se lo fosse esortiamo il Sindaco, la Giunta e l’intera Città ad attivarsi per resuscitarlo. La Pisa del terzo millennio non può aspettare ancora, il Ministero della Difesa può far “logistica” altrove e fuori dal Centro cittadino. Uno Stato di diritto, se tale è, deve portare il bene, la prosperità e attivarsi per partorire e far crescere scelte intelligenti e lungimiranti…

Aspettiamo fiduciosi buone nuove.

Grazie Marco, spero di esser stata all’altezza!!! 🙂

Gli ultimi articoli…

Ciclismo

Parigi Roubaix Entrambi targati Italia. Grazie Ragazzi, ci avete veramente emozionato

…non c’è due senza…

Ai mondiali di ciclismo continua l’anno d’oro dello Sport italiano, Filippo Ganna, Filippo Baroncini e la crono mista a squadre ci regalano il primo posto provvisorio nel medagliere, evento unico, inaspettato e per questo ancor più bello. Il Bronzo nella cronometro relay FORZA ITALIA e non è campagna elettorale Un sincero ringraziamento a:

L’Italia che vince

Ieri, domenica 19 settembre abbiamo gioito un po’, Gli atleti italiani hanno vinto ovunque e l’Europa si è tinta nuovamente di Azzurro, a Katowice (Polonia) a Copenaghen (Danimarca), a Bruges (Belgio), a Misano adriatico (Italia-San Marino), a Portrose (Slovenia), a Valenzia (Spagna), e forse anche in qualche altra parte a me sconosciuta. Mi raccomando nonContinua a leggere “L’Italia che vince”

Pubblicato da anna sismondi

Giramondo con base a Pisa, perché nata e cresciuta lì. Amo il bello, la storia, i gatti ed il mare. Lettrice appassionata, mi diletto a rivivere la vita di chi mi appassiona per scovarne le luci ma anche le ombre. Osservo i dettagli, li fotografo e catalogo e per questo ho accettato l'invito di Marco. Buona lettura e buon dettaglio nel dintorno.

Una opinione su "Giacomo Leopardi in quel di Pisa"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: