I Tesori di Santa Caterina di Alessandria

La facciata

Un proseguimento obbligato all’articolo “L’arte in zona arancione” uscito il 6 marzo a firma di Ilaria (clicca se non lo hai ancora letto). Visto l’apprezzamento, oggi vi daremo qualche altra notizia e vi mostreremo altri tesori che questa bellissima chiesa nasconde al suo interno.

Innanzitutto è opportuno ricordare la sua fondazione perché non tutti la conoscono. Orbene la chiesa dedicata a S. Caterina d’Alessandria fu costruita agli inizi del XIII secolo, ma è con la concessione ai Dominicani (1222) che venne realizzata la struttura attualmente visibile e il convento annesso. 

Sul Trionfo di San Tommaso d’Aquino si è abbondantemente parlato nel primo tempo ma non avevamo fornito le dimensioni dell’opera, ebbene questo quadro è maestoso ed infatti la tavola misura 4,34 metri x 2,62 metri, in altre parole una superfice di una stanza dell’edilizia contemporanea.

Parlando con Don Francesco siamo venuti a sapere che sarà rimossa e a breve raggiungerà Lucca per un corposo restauro, ritorno previsto tra un anno per essere in bella mostra nel 2023, quando si festeggeranno i 700 anni dalla canonizzazione del Santo.

Il Trionfo di San Tommaso

Ed adesso vi mostriamo quel che vi abbiamo promesso, gli altri tesori:

L’Abside
Monumento funebre all’arcivescovo Simone Saltarelli (Andrea e Nino Pisano)
Il crocifisso
La Santa
Il bellissimo organo del 1911

Sperando che possa esser stato apprezzato, ricordiamo che c’è molto altro da ammirare, quindi mantenendo la distanza, igienizzandosi accuratamente buona permanenza in una delle chiese più solenni della Città di Pisa.

Mi raccomando, continuate a seguirci…e per chi non lo ha ancora fatto può seguirci anche dalle nostre pagine social

Gli ultimi articoli:

TOKIO 2020

IL MEDAGLIERE ITALIANO Sabato 24 Luglio Vito dell’Aquila – Taekwondo Sabato 24 luglio Luigi Samele – Scherma sciabola ind. Un sincero ringraziamento a tutti Voi, atleti e federazioni

La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto

Ultimo e conclusivo atto di dettagliedintorni alla chiesa di San Silvestro (e San Domenico). Il famoso soffitto ligneo seicentesco con le tele di Aurelio Lomi che raffigurano la Resurrezione, i Quattro Evangelisti, S. Caterina davanti al tiranno, Papa Silvestro che incorona l’imperatore Costantino, i SS. Domenico, Pietro e Paolo, l’Adorazione dei Magi. Un sincero ringraziamentoContinua a leggere “La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto”

Pubblicato da marco monaco

Consulente aziendale per l'organizzazione ed il marketing, Medaglia d'oro Avis - donatore di sangue. La passione per l'osservare, lo scrivere ed il bello gli ha fatto realizzare anche: "Pisa, l'altra faccia della città" racconto fotografico di una città ferita (2009); "Oltretutto", saggio romanzo sui vizi e le virtù della società moderna e post moderna (2013); "Se avessi avuto un'altra testa, non sarei stato Gerry Cavallo", Biografia autorizzata (2016); "Così è la vita", racconti di una vita normale (2020); "Chiedilo ad Eva", romanzo semi-fantascientifico (prossima pubblicazione).

Una opinione su "I Tesori di Santa Caterina di Alessandria"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: