La chiesa di San Paolo a ripa d’Arno, II atto

Come promesso, dopo alcuni dettagli vi raccontiamo la storia della chiesa dedicata a San Paolo. L’edificio risale a prima dell’anno Mille e che fu consacrato nel 1149. E’ detto anche “Duomo vecchio” anche se studi approfonditi hanno dimostrato essere un “falso storico”, La struttura è a croce egizia a tre navate con cupola all’incrocio del Transetto.

Pianta della Chiesa (foto dal libro menzionato a fine articolo)

Negli ultimi 70 anni ha subito due imponenti ristrutturazioni, la prima dopo la seconda guerra mondiale a causa dei bombardamenti avvenuti sulla città tra il 1943-44, la seconda tra il 2010 ed il 2016 per evidenti cedimenti strutturali.

Ciò che rimaneva dopo i bombardamenti bellici del 1943-44 (foto dal libro menzionato a fine articolo)
i ponteggi autoportanti del secondo restauro (foto dal libro menzionato a fine articolo)

Oggi è ammirabile in tutto il suo splendore.

I dintorni…solo dettagli poiché una visione d’insieme a testimonianza della sua maestosità è rintracciabile con un semplice clic con qualsiasi motore di ricerca. Il nostro occhio, ormai è chiaro, fissa il particolare.

Le finestre sulla facciata
Transetto sinistro dove dimora la Madonna col Bambino di Turino Vanni
Iscrizione sul lato sinistro
Il retro
Transetto destro

Ulteriori dettagli dell’interno:

San Paolo, immagine donata dall’Arcivescovo Giovanni Paolo Benotto
La Madonna col Bambino di Turino Vanni – dettaglio
Il mosaico nella finestra gotica sopra l’altare

In Canonica

Come nostra abitudine abbiamo mostrato solo una piccola parte dei suoi tesori e della sua austera bellezza. Ti invitiamo ad andare a visitarla, la chiesa è aperta.

Chi volesse conoscerne più approfonditamente la storia consigliamo la pubblicazione “La chiesa di San Paolo a ripa d’Arno a Pisa” edito da Pacini Editore. La pubblicazione è stata curata dalla Dott.ssa Francesca Barsotti.

Concludiamo con un cordiale saluto questo viaggio nel quartiere di Sant’Antonio e con un desiderio, se ti è piaciuto quanto abbiamo raccontato, condividilo con i tuoi amici. L’amore e la conoscenza si trasmettono anche così.



Gli ultimi articoli:

TOKIO 2020

IL MEDAGLIERE ITALIANO Sabato 24 Luglio Vito dell’Aquila – Taekwondo Sabato 24 luglio Luigi Samele – Scherma sciabola ind. Un sincero ringraziamento a tutti Voi, atleti e federazioni

La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto

Ultimo e conclusivo atto di dettagliedintorni alla chiesa di San Silvestro (e San Domenico). Il famoso soffitto ligneo seicentesco con le tele di Aurelio Lomi che raffigurano la Resurrezione, i Quattro Evangelisti, S. Caterina davanti al tiranno, Papa Silvestro che incorona l’imperatore Costantino, i SS. Domenico, Pietro e Paolo, l’Adorazione dei Magi. Un sincero ringraziamentoContinua a leggere “La Chiesa di San Silvestro, ultimo atto”

Pubblicato da marco monaco

Consulente aziendale per l'organizzazione ed il marketing, Medaglia d'oro Avis - donatore di sangue. La passione per l'osservare, lo scrivere ed il bello gli ha fatto realizzare anche: "Pisa, l'altra faccia della città" racconto fotografico di una città ferita (2009); "Oltretutto", saggio romanzo sui vizi e le virtù della società moderna e post moderna (2013); "Se avessi avuto un'altra testa, non sarei stato Gerry Cavallo", Biografia autorizzata (2016); "Così è la vita", racconti di una vita normale (2020); "Chiedilo ad Eva", romanzo semi-fantascientifico (prossima pubblicazione).

Una opinione su "La chiesa di San Paolo a ripa d’Arno, II atto"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: