San Silvestro, il gioiello nascosto della Città di Pisa – Atto 1°

Ve lo avevo promesso e le promesse vanno mantenute,

Signore e Signori vi presento San Silvestro, la chiesa sconosciuta ai più.

Prima però voglio sentitamente ringraziare la SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA, BELLE ARTI E PAESAGGIO PER LE PROVINCE DI PISA E LIVORNO che mi ha concesso la visita e la possibilità di fotografare a titolo divulgativo il luogo.

Un grazie particolare alla Dott.ssa Loredana Brancaccio che ha sostenuto l’iniziativa e alla Dott.ssa Ilaria Barbetti che mi ha accompagnato materialmente nel sopralluogo. Un ulteriore grazie agli Amici dei Musei e alla sua Presidente Piera Orvietani.

Le sensazioni che ho provato sono da brividi, sempre se uno è affascinato dall’arte e dalle cose antiche…ed io lo sono.

Sono un amante delle Chiese e delle loro architetture ma devo dire che questa è un’architettonica unica, mai visto niente di simile e luoghi di culto ne ho visti tanti e non solo per il cognome che mi contraddistingue.

Mi devo scusare con tutti voi perché gli scatti che ho effettuato non sono proprio il massimo ma a mia scusante posso eccepire che il luogo è molto scuro e le luci artificiali invece di aiutare peggiorano paradossalmente gli oggetti….

Anche stavolta, non sarà un solo appuntamento…ne ho previsti almeno tre, oggi un primo assaggio con l’esterno ed un’opera che voglio vedere chi la riconosce…(gli addetti ai lavori sono esentati dalla risposta, per loro è troppo facile!) Ovviamente non si tratta dell’originale…ma è corretto trovarla all’interno poiché il luogo è stato per molti anni un laboratorio di restauro e conservazione di molte opere.

La Dott.ssa Barbetti mi spiega che le opere sui tavoli non sono in restauro ma sono in fase di schedatura e monitoraggio conservativo, poiché il luogo è uno dei depositi della soprintendenza.

San Silvestro
San Domenico

…E la bellezza del luogo è proprio questa…il laboratorio con le opere stese fa assaporare quanto sia bella ed importante l’opera dei Beni Culturali e dei suoi operatori. E star vicino a tante rarità fa capire quanto sia difficile e complicato il lavoro di chi deve gestirle.

Il campanile, in perfetto stile pisano
Chi è?

…Per adesso terminiamo qua, sperando di avervi incuriosito abbastanza per apprezzare la seconda parte, la storia…e un po’ di interno!!!

Royal Ascot, i numeri

E’ terminata la Kermesse e nel giorno in cui in Italia si corre le Oaks a San Siro – Milano, noi vogliamo concludere il percorso nella viva speranza che possa essere un umile suggerimento a tutto il comparto. Non riusciremo mai a fare tanto per questioni oggettive ma è possibile avviare un percorso di avvicinamentoContinua a leggere “Royal Ascot, i numeri”

Royal Ascot

In attesa di domenica 19 giugno quando in Italia andrà in scena il meeting milanese che comprende anche “le Oaks d’Ialia”, prova di gruppo 2 per le miglior femmine di tre anni, ci accontentiamo della cinque giorni di Ascot. Ovviamente si fa per dire poiché si tratta di uno degli eventi più importanti del galoppoContinua a leggere “Royal Ascot”

Pubblicato da marco monaco

Consulente aziendale per l'organizzazione ed il marketing, Medaglia d'oro Avis - donatore di sangue. Presidente di Promosferae Ass.ne Promozione Sociale, organizzazione no profit che si occupa di sociale, formazione, ambiente. Scrittore e fotografo per diletto

Una opinione su "San Silvestro, il gioiello nascosto della Città di Pisa – Atto 1°"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: