…Inseguendo il Tennis, Francesco Maestrelli.

Chi è Francesco Maestrelli? Un nostro concittadino che ha giocato gli Open degli Stati Uniti. Si avete letto bene, ha giocato!

Perché a vedere il torneo più famoso e ricco al mondo, dalla città di Galileo Galilei, ci sono andati in molti ma a giocarlo non c’era ancora riuscito nessuno. Nel 2022 il popolo pisano ha raggiunto anche questo obiettivo, e che obiettivo.

Francesco è alto un metro e 93, pesa 80 kg è giocatore poliedrico. Ha nel servizio la sua arma migliore e il suo rovescio ricorda quello di Stefan Edberg, il mitico giocatore svedese degli anni 80-90.

Giocare le qualificazioni di uno Slam è pazzesco e Francesco Maestrelli che non ha ancora compiuto 20 anni, li compirà il 21 dicembre, ha realizzato questo primo piccolo grande sogno… Il 24 agosto batte il francese Guinard (7 5, 6 4). Il 25 il tedesco Daniel Masur (6 3, 6 4). Il 26, nella finale per l’accesso al Main draw ovvero al tabellone principale, a contendergli il sogno c’è il tennista portoghese n. 106 del mondo Nuno Borges (25 anni).

Il primo set lo vince Francesco 6 3. Nel secondo Borges strappa subito il servizio ma sul 2 a 1 per il portoghese, la partita viene sospesa per pioggia.

Si riprende, ma la pioggia continua a far capolino e tra una sospensione e l’altra si arriva al tie break… altro acquazzone, altra sospensione!

Nuovamente in campo ed il tie break lo vince il portoghese, 1 a 1. Si va al Terzo e decisivo set. Punto a punto, game dopo game fino ad un nuovo 6 a 6 ed altro tie-break. Con nostro grandissimo dispiacere finisce 10 a 8 per l’avversario di Francesco.

Questa prima, grande esperienza si interrompe con molti rimpianti ma con la certezza che lì, Francesco Maestrelli ci può stare e il divario tra il n. 202 del mondo ed il n. 106 non c’è…

Grazie Francesco, sei stato bravo e coraggioso e questa sconfitta la devi archiviare come una grande vittoria…intanto hai riscritto la storia del Tennis della tua città che ti assicuro è già un bel traguardo.

Crederci sempre, mollare mai!

In carriera Francesco conquista due titoli ITF (Grecia, Italia) e il 17 luglio scorso il primo titolo Atp-Challenger. Sulla terra rossa di Verona, sconfigge, nell’ordine, l’ex numero 6 del mondo Gilles Simon, Riccardo Bonadio, Flavio Cobolli, Sebastian Ofner e in finale Pedro Cachin, numero 98 del ranking contro il quale ottiene la prima vittoria su un top 100.

Il 15 agosto raggiunge la posizione numero 202 del ranking mondiale, confermando che il Tennis italiano è tra i più competitivi al mondo. In punta di piedi, anche Francesco incomincia a ritagliarsi le sue soddisfazioni e lo possiamo scrivere, senza troppi infingimenti, …si accesa un’altra Stella nel firmamento azzurro! Adesso aspettiamo, una bella pallina autografata da mettere in bacheca, ma ancor di più una carriera piena di successi, vista la determinazione e la potenza dei colpi.

Riguardo al torneo americano, il montepremi complessivo è di oltre 60 milioni di dollari ed il solo torneo di qualificazione ne distribuirà più di 6.

Questi i premi:

  • Montepremi torneo singolare
TurnoRicompensa
Primo turno$ 80.000
Secondo turno$ 121.000
Terzo turno$ 188.000
Ottavi di finale$ 278.000
Quarti di finale$ 445.000
Semifinale$ 705.000
Finalista perdente$ 1.300.000
Campione$ 2.600.000

LE CIFRE DELLE QUALIFICAZIONI

  • Montepremi torneo qualificazione singolare
TurnoRicompensa
Primo turno$ 21.000
Secondo turno$ 34.000
Terzo turno$ 44.000

I 4 SLAM A CONFRONTO

  • Il confronto del prize money del vincitore con gli altri 3 Slam:
US Open 2022$2.600.000
Wimbledon 2022$ 2.354.000
Roland Garros 2022$ 2.200.000
Australian Open 2022$ 2.800.000

Fonte: http://www.livetennis.it

Che altro aggiungere….chi vivrà, vedrà ma scommettiamo che sarà un successo!!! Viva il Tennis, viva lo sport, viva il turismo.

Gli ultimi articoli:

25 novembre, Santa Caterina d’Alessandria

Il TRIONFO DI SAN TOMMASO II giorno che ricorda la Santa, noi lo festeggiamo così, raccontando la storia di uno dei capolavori che si trova all’interno della Chiesa a Lei dedicata a Pisa, il trionfo di San Tommaso. I frati domenicani della suddetta chiesa incaricarono dell’esecuzione dell’opera Filippo Lemmi e Francesco Traini in occasione dellaContinua a leggere “25 novembre, Santa Caterina d’Alessandria”

Prato degli Escoli

Ippodromo di San Rossore, Pisa. Il miglior impianto d’Italia. Cosa manca per renderlo uno dei migliori d’Europa e quindi del mondo? Un po’ di coraggio ed uno Stato che investa insieme al privato su uno sport-spettacolo tra i più belli, divertenti ed affascinanti al mondo. Un impianto che potrebbe fare invidia agli ippodromi del regnoContinua a leggere “Prato degli Escoli”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: